Gli Amari sono dei semplici poser

un post che ho scritto in risposta ad una discussione sul disco degli Amari, chiarisce meglio la mia opinione su di loro

il problema di quello che sostieni è che non esiste alcun genere, è semplicemente uno stile sviluppato dai Postal Service e dai The Books, ci sono altri gruppi che gravitano intorno questo tipo di suono tipo I Notwist, Tv on the Radio, Lali Puna, Mouse on Mars etc. ma anche se l’idea di fondo, fondere la sensibilità acustica e l’elettronica, può essere la stessa ogni gruppo ha una sua impronta originale e inconfondibile. Basta ascoltare un paio di pezzi degli Amari per comprendere che parruccano chiaramente i Postal Service e anche in modo piuttosto dozzinale, nell’album ci sono solo 2 canzoni ascoltabili (campo minato e bolognina revolution) e melodiche, e per un gruppo dichiaratamente “pop” non avere buone melodie è come un film di Shyamalan senza un finale di merda, è un elemento essenziale.

Al contrario di quello che dici credo che solo un ascoltatore occasionale di elettronica e del genere indie possa rimanere impressionato da un lavoro così scadente. Tutto quello presente in “Grand Master Mogo” è stato gia fatto da altri prima ed in modo migliore, basta andare su community tipo myspace per trovare migliaia di gruppi tutti uguali che cercano di copiare i Postal Service, gli Amari potrebbero essere inseriti tranquillamente tra questi e rimarrebbero anonimamente nel gruppo di parruccatori senza distinguersi dalla massa.

Gli unici che ho visto entusiasti di ‘sto cd sono gli hipster de noiartri, che riversano tutte le loro speranze in qualsiasi cagata esca da Riotmaker pensando così di essere validati nella “scena” fighetta underground italiana.

E’ il genere di musica per gente convinta che ildeboscio sia un sito brillante e divertente, un paio di anni fa ascoltavano solo elettroclash e 4-5 anni fa ingerivano esclusivamente IDM. Adesso hanno deciso di saltare sul carrozzone dell'”indietronica”e, come sempre accade lo hanno fatto con almeno un paio di anni di ritardo rispetto alla gente che ascolta la musica per puro piacere e non per darsi un tono.

Gli Amari sono dei semplici poser.

Comments are closed.