Ci arrabbieremo moltissimo e scriveremo una lettera in proposito

Tanto tempo fa, in una galassia lontana lontana dove l’acronimo "NASDAQ" ancora non era apparso sulla prima pagina del Corriere, per le persone presenti "su internet" significava essere considerati come: crypto-terroristi-antisociali dediti all’usurpazione dell’ordine bancario mondiale, pedofili impegnati nello scambio e produzione di pornografia infantile, oppure entrambi. Ma da quando a qualcuno venne l’idea di pubblicare i propri pensieri sul web in modo inversamente cronologico essere collegati in rete improvvisamente divenne "cool".
Oggigiorno chiunque, senza distinzione sociale o di sesso naviga e tiene un blog sul web: il panettiere sotto casa, il benzinaio, le nonne, ma soprattutto gli idioti.

Andrew Sullivan, uno dei blogger più famosi del web e noto fan di South Park, un giorno scrisse un post argomentando che, data la sua situazione sociale (Sullivan infatti è sieropositivo, omosessuale, cattolico e di destra) e apprezzando le critiche degli autori della serie contro l’establishment bigotto, reazionario, anti-moderno e ultra-religioso dei repubblicani neocon e la trita retorica utopi/buoni/peternal – ista dei liberal riteneva di potersi definire a buon ragione un "south park republican", un modo per definirsi "progressista" senza usare il termine "progressista" insomma.

Annusando la possibilità di poter essere considerati "cool" dalle persone sotto i 58 anni e accantonando Sullivan che, dato che apprezza i massaggi alla prostata, brucerà all’inferno per l’eternità i conservatori americani hanno subito cercato di accaparrarsi il concetto con svariati articoli su giornali, blog e addirittura un intero libro sull’argomento. Tutti a sostenere che South Park valida il loro "movimento" contro "l’egemonia della cultura di sinistra" (mmh deja-vù?), proprio così: migliaia di idioti troppo codardi per ammettere di odiare le proprie vite, proiettano la loro miseria un post su Blogger.com alla volta contro "l’elite di sinistra" che è evaporata dalla faccia della terra decine di anni fa.

Già perchè gli esponenti della destra moderna sono fermamente convinti di essere portatori di idee straordinariamente rivoluzionarie e "anti-conformiste", sono certi di fare parte della "contro-cultura" che combatte contro il "politicamente corretto" imposto dai comunistacci e loro non posso esprimersi liberamente bla bla bla..

Yawn.

SVEGLIATEVI TESTE DI CAZZO, voi siete i fottuti cowboy con mitragliatrici e cannoni non dei cazzo di indiani con archi e frecce.

I filoamericaniascatolachiusa italiani, tanto per smentire il fatto che sono un coacervo di beoti che si bevono qualsiasi stronzata provenga dall’America senza gli strumenti culturali per capire realmente di che cazzo parlano, sono saltati subito sul carrozzone dei "South Park Conservatives". Il Foglio  definisce Matt & Trey "di destra". Il sito ufficiale di Forza Italia ospita una intervista all’autore dell’omonimo libro, The Right Nation, un blog che non ha paura di ricordarci quanto sia dura la vita degli italiani bianchi benestanti che vivono nel Nord-Est Italia, addirittura ha creato una gallery di tutti i blogger italiani che si ritengono "Conservatori alla South Park". Il che è deliziosamente ipocrita dato che gran parte di questi sono poi gli stessi che chiedono a gran voce di censurare Luttazzi e tutto ciò non conforme al 1000% con la loro obsoleta ideologia, gente in grado di vedere il mondo solo in bianco e nero. Probabilmente fra loro si nasconde uno di quellii che frignavano in continuazione lamentandosi della "volgarità" di South Park e i Griffin fino a costringere Italia 1 a bandirli, cazzo fanno parte dello schieramento che si prepara a  tassare i film violenti. 

In pratica proprio il genere di persone che Matt Parker e Trey Stone odiano a morte e massacrano puntata dopo puntata.

In realtà l’idea politica dei due autori può essere riassunta così "tagliate la retorica ideologica ed arrivate ad un compromesso tramite la razionalità", innumerevoli sono le puntate realizzate dove due gruppi arbitrariamente opposti litigano senza risolvere niente fino al discorsetto moralista di uno dei bambini. E questo è quello che loro stessi spiegano nelle interviste che rilasciano

Q: I don’t know if you’ve heard about this, but there have been essays written about the concept of the "South Park Republican."

TREY: Yeah, we have seen that. What we’re sick of — and it’s getting even worse — is: You either like Michael Moore or you wanna fuckin’ go overseas and shoot Iraqis. There can’t be a middle ground. Basically, if you think Michael Moore’s full of shit, then you are a super-Christian right-wing whatever. And we’re both just pretty middle-ground guys. We find just as many things to rip on on the left as we do on the right. People on the far left and the far right are the same exact person to us.

Ma… Ma… Ma… magari il mio è un giudizio affrettato, guardiamo per esempio l’ultima puntata trasmessa negli USA "casualmente" il 7 dicembre, la vigilia dell’Immacolata Concezione.

Nella puntata "14" della nona stagione il padre di Stan accompagna a casa il figlio e gli amici dopo una lezione di Judo,  mentre attende la fine della lezione se ne va a vedere una partita di Football, risultato? Si ritrova a guidare completamente ubriaco. Fermato dalla stradale viene arrestato e condannato a frequentare gli Alcolisti Anonimi Il cui presidente lo costringe ad accettare di essere "malato" e "incurabile" se non grazie al metodo in 12 passaggi sviluppato da lui. Uno di questi è accettare la fede in Dio. Nello stesso momento la statua della Madonna della Chiesa Cattolica di South Park comincia a sanguinare. Dal sedere. Immediatamente le tv e una folla di persone malate che pregano per una miracolosa guarigione si stringono intorno alla statua, tra queste anche il padre di Stan, oramai convinto che solo un intervento divino può salvarlo dalla sua incredibile "malattia".

 Una serie di responsabili della chiesa cattolica vengono chiamati per scoprire se si tratta di "miracolo" o meno, fino a che salendo nella gerarchia di esperti rimane solo Benedetto XVI.

 HEIGHT=338

Ratzinger arriva nella cittadina di South Park per attestare la veridicità del "miracolo".

HEIGHT=338 

Il Papa si avvicina lentamente per controllare meglio, South Park ancora non è fazioso.

 HEIGHT=338 

Ed ecco qui il momento più conservatore, il Papa colpito in faccia da una diarrea di sangue menstruato. Quando una immagine riassume più di 1000 pagine del programma di Forza Italia..

 HEIGHT=338 

Ammirate quanto è reazionario questo fotogramma. Da un momento all’altro potrebbe saltare fuori Socci a spiegarci che la neve depositata sugli alberi è simmetrica con quella che si posò sui teschi di Pol Pot. 

 HEIGHT=338 

Ratzinger dopo una attenta visita dichiara che, purtroppo per il padre di Stan, non è un miracolo dato che il sangue non fuoriesce dal sedere ma dalla vagina e sentenzia quindi "Una tipa che sanguina dalla vagina non è un miracolo. Alle tipe il sangue dalla vagina esce sempre".

E questo è tutto per l’episodio conservatore di questa settimana, appuntamento alla prossima per altri valori di destra da parte di South Park!

Comments are closed.