La rivincita dei Wigger

La scorsa settimana è stata molto proficua nelle Hatingline Towers, il livello di maniomio generato dal blog ha raggiunto punte registrate raramente. C’è stato il video dei messaggeri che ha portato alla luce nazionale le interessantissime faide da contadini di Catania, Ade e l’amichetto l33t e infine "Sano" e la sua banda. La reazione da parte di quest’ultimi è stato di gran lunga la più violenta. D’altronde quale tipo di mente malata potrebbe trovare esilarante un gruppetto di wigger fasci anti-semiti che ha superato da troppo tempo i 20anni convinti di essere la succursale italiana dei Dipset e che si chiama a vicenda "nigga"?. Gente triste, gente invidiosa del successo che solo vendere 300 copie del proprio cd ti sa regalare.

Per questo noi di Hatingline vogliamo chiedere scusa dedicando un intero report alla "Banda 400", analizzando con più attenzione i componenti di questa crew apprezzata a livello internazionale. Per fare questo mi avvarrò della presenza del mio stimato collega Silky Johnson.

Bucknasty: Sinceramente. io non ho mai visto una persona più felice di essere nera in tutta la mia vita.

Silky Johnson: non c’è niente di più gangsta che fare westside con le mani e ballare il c-walk nella tua stanzetta a casa di mamma e papà.

Bucknasty: forse non lo sai, ma la prima parola che ha pronunciato è stata: "Samuel L. Jackson"

Silky Johnson: la seconda è stata "ho perso troppo tempo per cercare di imparare a parlare, datemi dei vestiti per sembrare un idiota"

Bucknasty: ed è stato accontentato da allora.

Silky Johnson: la cosa triste è che lui è probabilmente il "figo" del gruppo, è quello che il resto di Banda 400 osserva con ammirazione. La buzzicona gli si attacca alle feste e Rudi continua a citargli l’ultimo pezzo di NORE.

Bucknasty: è l’unico che abbia toccato una ragazza e una volta è andato a caccia con lo zio allora tutti gli altri lo considerano una via di mezzo fra Rocco Siffredi e Scarface, per questo ha sviluppato un ego enorme e pensa di essere il capo dei Crips in italia.

Silky Johnson: non deve essere facile per lui gestire il suo territorio Crip, il momento che grida "dammi tutti i tuoi soldi" il 12enne minacciato lo indica col dito, ride, e lo investe con la sua BMX.

Bucknasty: No, non è ancora pronto per i 12enni, la minaccia più pesante proferita fino ad ora è stata "smettila di scrivere in grassetto o dico a Puni di kikkarti".

Silky Johnson: Saranno contenti i suoi "niggaz" che "balla" la tarantella il c-walk con un fazzoletto rosso, il colore dei Bloods.

Bucknasty: Io vorrei vedere sto tizio entrare in un project di Marcy qualsiasi conciato così. Improvvisamente tutti i testi dei Club Dogo e Mobb Deep stile "per tutti i batty il mio pugno è uno schiacciasassi" memorizzati ammontano ad un frocetto in fuga da un tipo chiamato "Bubba" con una bottiglia di Heineken rotta in due e quei dodici anni passati in una prigione federale che ti allargano, in tutti sensi, la tua visione sessuale del mondo. 

Silky Johnson: oh cazzo, qualcuno chiami la gayrdia di finanza, ci sono due evasori.

Bucknasty: secondo te quando vanno a radersi le sopracciglia insieme si tengono per mano?

Silky Johnson: per me puoi essere George Micheal che si fa inchiappettare in un bagno, puoi essere Malgioglio che canta "I Will Survive" mentre fella la nazionale di Rugby ungherese e Renato Zero osserva e se lo mena, e sei semplicemente gay. Questi due sono dei froci del cazzo.

Bucknasty: si bisogna rivendicare il termine "froci del cazzo". Metrosessuali è troppo soft e politicamente corretto. Non trasmette chiaramente le intenzioni di due uomini adulti che si organizzano un pomeriggio per fotografarsi abbracciati con lo scopo di sembrare dei duri su internet.

Silky Johnson: secondo me il tipo a destra ha lo stesso problema dei ragazzi nerd. Si svegliano un giorno, si guardano allo specchio e realizzano che sono irrimediabilmente sfigati e quindi devono scegliere tra vestirsi veramente normali e sperare di essere ignorati, o vestirsi come un cazzo di calippo per cercare di apparire di uno status sociale che non appartiene a loro. 

Bucknasty: Si non c’è un via di mezzo, come quando hanno deciso chi faceva il passivo e l’attivo.

Bucknasty: ma il tipo a sinistra sembra umiliato di avere ricevuto un contatto fisico con il calippo, ha l’espressione di un cagnolino timido a cui hanno appena dato un colpo sul naso con un giornale arrotolato.

Silky Johnson: Deve essere sorpreso dal gesto che fa Rudi. Anche tu lo saresti se un jigglypuff ti gesticolasse vicino alla faccia

Bucknasty: Quale frase che ha scritto possiamo citare per descrivere meglio la sua personalità?

Silky Johnson: questa: "AHUAHUAUHAUHAUHAUHAUHUHAUHAUHAUHAHUAUHAHUAUHAHAUHAUHAUHAUHAUH AUAHAUHAUHAUHAUHAUHAUHAUHAUHAUHAUHAUHAUHAUHAHUAUH"

Bucknasty: Rudi è un tipo apposto, negli occhiali ha il riflesso di un futuro migliore, ma se gli scambi il cappellino di new era con l’etichetta dorata per quello identico che vende il marocchino davanti alla stazione perde le staffe. Combattere con lui è come correre in un tornado pieno di filo spinato.

Silky Johnson: se Rudi fosse Superman i suoi nemici userebbero dei congiuntivi al posto della kriptonite

Silky Johnson: La prossima volta che sento di qualche scialuppa in partenza da qualche paese del terzo mondo diretta in Italia piena di famiglie con bambini speranzosi di un futuro migliore fatto di libertà e uguaglianza userò questa foto per distruggere i loro sogni in modo definitivo.

Bucknasty: "Ilona, sogni di vivere in Italia perchè desideri un avvenire con un lavoro sicuro e di non essere discriminata. Sogni l’occidente, la Coca Cola e McDonald’s. Tutto ciò non è vero. La vera Italia sono 2 babbei materialisti convinti che la vita sia apparire "ricchi" che si fotograno in pose ridicole cercando di sembrare duri e basano la loro intera esistenza tentando di assomigliare vagamente a ciò che non saranno mai"

Silky Johnson: Sarebbe più efficace della legge Bossi-Fini, la gente emigrerebbe dall’Italia come 70 anni fa.

Bucknasty: Scusami, facciamo una pausa. Vado a vedermi Schindler’s List al rallentatore per rimuovere questa foto dal mio cervello.

Silky Johnson: Oh questo deve essre lo screenshot di GTA: Si Sono Estinti Tutti i Negri.

Silky Johnson: riesci a immaginare qualcuno vestirsi in questo modo che non sia un extra di "the shield" o internato a San Quintino? Immaginalo vestirsi così per andare ad un colloquio di lavoro in banca. Appena esce lo fanno abbattere da 2 cecchini contemporaneamente.

Bucknasty: Vedi la cosa in modo positivo: se entra in un McDonald il tizio che interpreta il clown Ronald alle feste di compleanno aumenta la sua auto-stima.

Silky Johnson: Ci passa spesso sicuramente, deve essere molto dispendioso riuscire a farsi rispettare in tutti i 1840 giochi gangsta che possiede.

Bucknasty: Se esistesse un videogioco chiamato "Wigger" Sano sarebbe il boss finale da sconfiggere per finire il gioco.  

Silky Johnson: citiamo questo passaggio del suo blog per illustrare meglio le dure strade che calpesta Sano "Anche se il gioco in questione sembra un po’ macchinoso (è difficile mirare con un’ arma con il joypad analogico, mentre è di gran lunga più semplice con il mouse, ma è solo questione di abitudine), vi posso assicurare che già l’ intro del gioco ripaga pienamentet il prezzo d’ acquisto… una vera borata che tra animazione con spezzoni di videoclip, film, loghi Aftermath, interscope, shady records, g-unit, dolby digital e compagnia bella dura una decina di minuti se non premete un tasto per skippare… i livelli di difficoltà del gioco in ordine crescente sono: Playa, Hustler, Thug, Gangsta, G-unit Soldier."

Bucknasty: now that’s gangsta, "beeeotch" (sic)

Silky Johnson: Io credo di odiare automaticamente chiunque ami l’hip hop a tal punto da vestirsi così. Non mi importa se passa tutto il suo tempo libero a lavorare in miniera e deposita lo stipendio direttamente sul mio conto bancario  Non mi importa se è l’unico testimone in mio favore in un processo dove sono stato accusato ingiustamente di triplice omicidio. Non mi importa se domani si sveglia e trova la cura per il cancro, l’aids e mentre si prende una pausa viene a casa mia e mi costruisce una Real Doll con il lego e infine risolve il problema della fame nel mondo. Sarebbe comunque il mio nemico giurato.

Bucknasty: Che poi chi si dovrebbe mettere paura da una foto del genere? A me fa lo stesso effetto dei 14 enni brufolosi che fanno cosplay vestendosi dai personaggi dei manga e anime che seguono ossesssionatamente. "oh noes Marchino, da quando ti vesti da Super Sayanz IIXXXMCCCC su internet non possiamo più dirti niente!!!11!1!"

Silky Johnson: questo è il bello di internet. C’è un intero mondo che ti aspetta dove trovare un altro agglomerato di persone a cui piace la stessa vapida, inutile o deviante merda che piace a te. Non dovrai mai affrontare critiche se non te le vai a cercare direttamente. Quando la realtà si introduce è il tuo diritto, nah, il tuo dovere di salire su un piedistallo e constrastare l’ardire degli altri di stigmatizzare la tua idilliaca visione del mondo.

Bucknasty: però a vedere questa foto mi intristisco. Perchè mi sarebbe piaciuto essere amico di Sano verso i 18 anni, le ore che passavo con lui me le detraevano dal servizio civile.

Silky Johnson: Già. Finalmente abbiamo trovato l’anello mancante tra l’uomo e il calcare.

Comments are closed.