Il Magico E Peloso Mondo Dei Furry

Vi ricordate “la new economy”? 5-6 anni fa non passava giorno senza che qualcuno non ci ricordasse come “la rete” avrebbe cambiato l’economia mondiale, le nostre vite bla bla bla e poi “PUFF” all’improvviso la bolla scoppiò ed ora è diventata un ricordo lontano e confuso, come l’eterosessualità di Cecchi-Paone. In realtà l’innovazione più importante di internet non è mai stata quella meramente economica-commerciale. No. La novità sostanziale è quella di aver unito tutte le persone che normalmente non uscirebbero di casa per paura di ricevere un pugno in gola, e di avergli dato voce e presenza. Perchè non importa quanto insignificante sia la tua passione, in rete troverai comunque un’ampia comunità che condivide l’ossessione per la stessa inutile, insipida e deviante merda che piace a te. Tante grazie internet!!! :*****

E a proposito di “deviante”, parliamo dei furry.

Chi sono i furry?

  1. Tutte le persone attratte da animali antropomorfi presenti nei cartoni animati, fumetti, storie e/o pornografia di vario tipo.
  2. Tutte le persone con un interesse anomalo nei confronti degli animali e che credono addirittura di essere uno di loro.

I furry, insomma, sono persone normali, se “normali” per voi significa desiderare di essere un lupo di 2 metri bisessuale con le mestruazioni, un pene, 4 seni da donna e un fetish per il cuoio nero. Altrimenti, mmh. No.


nella foto la redazione di Mucchio Selvaggio, rappresentanti delle persone normali

Anche se non capisco il perchè a passione di questa gente la si può trovare sparsa ovunque per il web. Per esempio in Italia si trovano molte storie stile “Fan Fiction” su Furry.it, Fantascienza.net e furryitalia.net. Ecco questa è una un’altra cosa che mi ha sempre lasciato “uh?”, non ho mai capito la funzione “erotica” che dovrebbero svolgere le “Fan Fiction”. Che piacere si prova a scrivere una storia intorno a se stessi? Ok, capisco il “vivere le proprie fantasie”, ma perchè devi condividerle con il resto del mondo? Mi sembra come masturbarsi senza eiaculare mai, e se volessi veramente questo voterei “Rosa nel Pugno”.

Ma oltre alle storie sullla rete si trovano anche una infinità di disegni più o meno pornografici come per esempio quelli di Opal, che prima di dedicarsi interamente ai furry pubblicava un fumetto di supereroi che avevano come unico superpotere quello di prendere a pugni nello stomaco donne incinte. Purtroppo Il pubblico bue non lo comprese mai, quindi cominciò a disegnare qualcosa che fosse più comprensibile dalla società, come una tigre antropomorfa con le tette e 6 braccia che posa su un tandem.

HEIGHT=338

Ma torniamo alle FF, in particolare voglio analizzare “Abbandonata “, una storia che viene descritta come “Fantascienza furry di durezza media, chakasa, (cyberpunk?)” Ah non chiederlo a me.

“Riempio un paio di bicchieri e gliene offro uno, “È succo d’arancia mescolato con cioccolato”, lei si siede al tavolo e assaggia con curiosità, sembra stupita dal gusto che sta provando. Mi accuccio ai suoi piedi e mi metto a sorseggiare il mio bicchiere, la cioccolata mi piace molto, e mi è sempre parso strano che fosse una sostanza naturale… Poco dopo sento il suo piede morbido che mi carezza la groppa… è rilassante, ma a poco a poco lo sento scendere, fino a che non mi carezza la guaina, Isabella è più diretta di quanto immaginassi. Mi tenta a lungo col piede… sono veramente in nadir femminile, ed è una specie di piacevole tortura, ma non so come comportarmi, devo trattenere il pene o posso lasciarlo cadere dal fodero? “

Credo che questa sia la più grande frase da approccio di tutti i tempi. “hey sai che ore sono?” “mmh le 4 e mezza” “ah grazie, senti DEVO TRATTERE IL PENE O POSSO LASCIARLO CADERE DAL FODERO?” Provatela e fatemi sapere.

“Sono vicino alla conclusione… “Sono nel mio periodo fertile, uff, e vorrei che… anche tu fossi fertile,” dice. Lei sa che i chakasa possono scegliere se eiaculare seme fertile o sterile.”

Ma che cazzo, questi chakasa hanno tutte le fortune! Seriamente, è da questi piccoli particolari che si può apprezzare l’intrinseca perversione dei Furry. In natura non ha alcun senso che un animale decida di espellere sperma sterile o fertile perchè il fine evolutivo è inesistente. A meno che Darwin non avesse in mente le fantasie sessuali di programmatori java di 38 anni quando scrisse “L’origine delle specie” come tipo di “evoluzione”. Allora si, fai pure un triplo facial sterile ad un orso.

“Ruggisci, per me!”

GROOWWRRR!

“Vah benerrr,” riesco a stendo a dire, comunque non farà differenza.

TUTTI INSIEME, GROOOOOWRRR. ORA SOLO QUELLI CHE HANNO COMPRATO L’ULTIMO CD DI DJ GRUFF “…” PIU FORTE NON SENTO “…” PIU FORTE NON SENTO “…”

“Per scaricare la tensione sfascio la mia capanna, poi chiedo consiglio ai miei familiari, e poi sfascio di nuovo la capanna. “

Questa è una metafora della vita reale dei furry, ne sono certo.

“Ho stimolato artificialmente la mia lattazione, e lo allatto io, con un piccolo aiuto da parte di mio sorello. “

No. Purtroppo “Sorello” NON è un errore. Per motivi inspiegabili gli animali che vivono nell’immaginario dei furry sono quasi tutti ermafroditi alla seconda, cioè non solo possiedono entrambi gli organi riproduttivi, ma spesso anche uno o più seni “umani”. E sorello non è neanche il neologismo più strano, andando a guardare meglio se ne trovano a centinaia molto più assurdi.

Ma questa storia non è neppure la più eccentrica, diciamo che era solo il riscaldamento. I furry danno il meglio con “Ricreazione” un racconto post-apocalittico ambientato in un mondo completamente sommerso dall’acqua dove apparentemente solo i leghisti, i zoofiliaci e i pesci sono gli unici esseri intelligenti sopravvissuti. E non in quest’ordine.

Anno 2470 – Era della carne, dopo lo scioglimento delle calotte – Settore Italiano – Nuova costa della Padania

Mmm. Ok?

“Non ti ho detto tutta la verità… Stanotte vorrei stare con quei due delfini per farci all’amore

“Come, scusa?”

“Ti sto chiedendo l’autorizzazione per fare sesso con Charlie e Sophie.”

Oh cazzo.

Posso comprendere i “fetish”, ognuno può benissimo eccitarsi per qualche particolare che ad altri non trasmette nulla, ma dobbiamo tracciare una linea, e la linea – ho deciso oggi – è “SCOPARSI I DELFINI”. Se passi il tuo tempo libero ad immaginarti cosa inserire negli orifizi di “Flipper” ci sono buone probabilità che io e te non abbiamo un cazzo da dirci.

“Carezzo la fessura di Charlie, ci infilo un dito, poi due. Alcuni maschi hanno una fessura così profonda che quando ritraggono il pene possono usarla come una vagina, altri maschi possono infilarci il pene, e fare all’amore così. Sta facendo un grande sforzo di volontà non far estroflettere il suo pene. Con l’altra mano gli infilo due dita nell’ano.”

Sono andato una volta da bambino al delfinario di rimini, ma non ricordo di aver ricevuto questo tipo di nozioni “Avete visto Marzapane che bravo! Ha saltato i cerchi! Pensate bambini che lui usa questa parte dorsale per espellere l’acqua, questa invece si contrae quando respira durante gli esercizi e qui invece potete inserirci 2 vibratori e il vostro pene. Ma anche 2 dita nel culo se proprio insistete.”

Credo comunque che la cosa più angosciante di tutto ciò sia l’esistenza di un disegno che illustra l’amplesso.

Sono convinto che quello che viene raffigurato nel disegno sia in realtà ciò in cui si ritrovano i kamikaze islamici dopo un attentato “faccio saltare un autobus in Israele per 72 vergini!” poi BAM ti svegli in una vasca con 3 delfini antropomorfi che ti scopano e pensi “WTF?”.

Ora voglio rassicurare i furry più hardcore, non andate a far saltare in aria gli autobus in Israele , non ci troverete veramente 3 deflini che vi scopano. Solo Hello Spank.

“Applico un dildo sulla sua fessura genitale, il dildo ha una superficie piatta larga quasi venti centimetri che ci attacca come se fosse velcro. Lo regolo ad un diametro di circa tre centimetri e mezzo, che credo Charlie possa accettare, e poi lo attivo, il pene appuntito inizia a scendere lentamente, dopo accelererà da solo. Poi applico l’altro dildo sulla sua fessura anale e attivo anche questo. All’inizio Charlie rimane piuttosto rigido e teso, non è nai stato penetrato, ma cerco di farlo rilassare carezzandolo e pingando piano.”

Bene. Lo sapevo che sarebbe successo prima o poi. Sono arrivato alla fine di Internet. Non sono triste, è stato un bel periodo. Ho fatto diverse amicizie, ho conosciuto posti a me sconosciuti ed ora ho scoperto dettagliatamente come realizzare una doppia penetrazione anale su un delfino. Posso buttare il modem, perchè nient’altro la fuori potrà più sorprendermi.

– “Ah hai sentito del tizio che si è calato in una gabbia di leoni gridando ‘se dio esiste mi salverà?'”

– *yawn* “si, MA NON SI E’ SCOPATO UN DELFINO CON 2 DILDI”. Niente.Addio.

P.S. Se siete furry ed avete letto questo post immagino che ora sarete furrybondi, per questo se avete lamentele potete inviarle all’indirizzo hatingline@gmail.com usando come soggetto “HO PAURA DELLE DONNE E USO ANIMALI DI PELUCHE COME SOSTITUTI” io riderò di voi e vi iscriverò ad una mailing list di Hello Kitty.

Comments are closed.