I bambini! Qualcuno vuole pensare ai bambini!?

Capisci che l’hip hop è tornato di moda quando vedi su un quotidiano nazionale stronzate sensazionalistiche come questa

Non ci posso credere, siamo nel 2006 e mi tocca ancora leggere queste astruse teorie di causa-effetto che l’entertaiment causerebbe. Anche se un pò me lo sentivo, un cantante "fuori dagli schemi" che dice le parolacce senza di conseguenza causare una dichiarazione inorridita di qualche rappresentante di associazioni et simila è come una Suicide Girls senza un padre possessivo che menava lei e la madre da piccola. Non esiste, e se esiste sono quelle brutte.

Quelle veramente brutte.

Sto ancora aspettando una qualsiasi ricerca che dimostri chiaramente un aumento di omicidi/suicidi/stupri tra chi ascolta determinati generi muscali. Ma non credo che tratterrò il respiro attendendo i risultati, perché ho il vago sentore che qualche migliaia di psicologi non potrebbero giustificare le loro parcelle per il loro inutile lavoro in quel caso

Però facciamo che per assurdo abbiano ragione, che l’ascolto di una canzone o l’utilizzo di un videogioco possa cambiare drasticamente la personalità di una persona fino a spingerla a commettere un crimine violento.
Teniamo quindi conto del fatto che siamo in Italia e di “Fabri Fibra” ce n’è solo uno. Di mielosi cantanti melodici stile  Ramazzotti e Pausini (+ i corveleno ultimamente) che producono 80 canzoni d’amore al minuto qualche migliaio invece. Seguendo la loro logica  in questo momento dovremmo vivere in una specie di dimensione parallela zen dove gli unicorni si rincorrono tra gli arcobaleni e in televisione c’è sempre “Laguna Blu”. Però la realtà non è esattamente questa.

La triste verità è che Marylin Manson non ha mai causato la morte di nessuno. Ha solo ucciso i gusti musicali di chi lo ascoltava.

Però la verità non è abbastanza glamorous per vendere.

Comments are closed.