Leave my pr0n alone.

Nel mondo nascono spesso cose misteriose che apparentemente non hanno spiegazione, e nonostante uno si fermi a pensare e a cercare una interpretazione della loro esistenza non si riesce a trovarne alcuna, a volte queste cose hanno un nome: “Liv Tyler” o “Mira Sorvino”. A volte il nome è una serie casuale di cifre e lettere come “ddl c 1256”, una nuova  proposta di legge che si prefigge di regolamentare qualcosa di tangibile, che tutti noi possiamo vedere e su cui c’è un fermo e indiscutibile consenso nel quale ogni genere di persona – non importa le differenze religiose o sociali – si ritrova: la morale pubblica. Testuali parole: “Disposizioni per la tutela della morale pubblica e per la prevenzione delle molestie e delle aggressioni sessuali".

Devo dire che sono contento, non per la proposta , ma perché finalmente i politici sono riusciti a risolvere la disoccupazione, la povertà, la malasanità e ora possono finalmente affrontare i veri problemi che stanno distruggendo il mondo: impedire ai 15enni di farsi una sega tramite Internet Explorer. Vi ricordate quando si sono messi in testa di fare la guerra agli stupefacenti e ora se vai in un parchetto di sera o in discoteca non trovi più la droga? Sarà la stessa cosa!  E la parte della prevenzione delle molestie è particolarmente interessante perchè proverà definitivamente la Teoria Del Caos. Se un sistemista Unix si masturba a Milano, una donna in Giappone viene stuprata? Grazie ddl c 1256!

Ma analizziamo alcuni stralci del testo di legge:

"E` vietato consentire il libero accesso ai siti INTERNET che riproducono contenuti a sfondo sessuale e che divulgano immagini o notizie finalizzate a promuovere o a suscitare fantasie di tipo sessuale"

Oh, ci rivolgiamo ad INTERNETS direttamente? Internet è stato costruito per mantenere le comunicazioni anche in caso di guerra nucleare–ok. Ma non è certo stato questo o il poter comprare un libro a venderlo al grande pubblico. Anzi, durante il crollo della "New Economy" le uniche compagnie online che non hanno perso un centesimo e che continuavano a registrare profitti erano quelle pornografiche. Lo stesso per altre tecnologie passate. VHS? Porno. DVD? Porno. Tv satellitare/Pay TV? Porno.  La tecnologia avanza con il porno. UMTS/Videotelefonini? L’80% dei video scaricati è porno.

Vogliamo parlare dei PC? A chi servono 350 gb di hard disk? No, seriamente a chi cazzo servono? Sei George Lucas e stai digitalizzando il tuo filmino delle vacanze nel ’77 per sostituire le pistole ad acqua con Winnie the Pooh? No? E allora è probabile che l’80% sia occupato da Windows e il 20% da “Anal Carote Bergamasche #1-12”. E’ la triste realtà. Se al mondo ci fossero solo donne ora utilizzeremmo ancora i floppy da 5 pollici, e l’unico programma disponibile sarebbe costituito da una schermata a cui porre una sola domanda: “devo andare a fare shopping oggi?”— “perché sei ancora davanti ad un computer?”. Eh già, ma fortunatamente non è così, il mondo ha bisogno di persone che distruggano il pianeta con guerre e inquinamento e soprattutto intasino la mia casella di posta con metodi palliativi per aumentare l’autostima che hanno tra le gambe.

La legge poi suggerisce il legame tra le immagini pornografiche e la violenza sulle donne. Ci sono studi serissimi svolti in Europa, Giappone e Stati Uniti che sostengono precisamente il contrario. L’ultimo è quello realizzato dal Social Science Research Network che raggiunge questa conclusione:

" The incidence of rape in the United States has declined 85% in the past 25 years while access to pornography has become freely available to teenagers and adults. The Nixon and Reagan Commissions tried to show that exposure to pornographic materials produced social violence. The reverse may be true: that pornography has reduced social violence."

uno precedente diceva praticamente lo stesso:

"the countries of Denmark, West Germany and Sweden, the three nations for which ample data were available at the time, Kutchinsky showed that as the amount of pornography increasingly became available, the rate of rapes in these countries either decreased or remained relatively level."

La scienza quindi ha sentenziato: ROCCO INVADES POLAND ABBATTE GLI STUPRI.

“E` vietato consentire il libero accesso ai siti INTERNET che riproducono contenuti a sfondo sessuale e che divulgano immagini o notizie finalizzate a promuovere o a suscitare fantasie di tipo sessuale”

Lo sai cosa suscita fantasie di tipo sessuale? Voglio chiudere questo dibattito — spero — una volta e per tutte su  questo pianeta, perché lo Spazio attende la nostra presenza e noi siamo creature troppo complesse e speciali per sprecare tempo su questo genere di cose. L’eternità è il nostro campo da gioco, perciò desidero risolvere questo dilemma per poter quindi avanzare nella nostra evoluzione intellettuale e proseguire nel cammino dell’Illuminazione dei Sensi.

Lo sai cosa suscita fantasie di tipo sessuale? Possedere un cazzo.

"Minorenni e minorati si trovano cosı`involontariamente colpiti nelle loro curiosita`da fotografie che stimolano spesso interessi morbosi. Con troppa facilita` e senza alcuna discrezione la stessa cosa avviene attraverso quasi tutti i portali di ricerca della rete INTERNET, utilizzata, e` noto, soprattutto da giovani"

Chi è la ddl per dirci cosa è morboso o meno? Io credo che la società sia abbastanza matura e moderna per deciderlo da sola.  Prendiamo per esempio la sodomia, un tempo era guardata con disprezzo e addirittura repressa con leggi apposite che portavano anche alla reclusione, eccetto se a praticarla erano cattoliche che dovevano preservare la loro verginità. Oggi la società accetta che anche gli omosessuali lo possano fare. E lo stesso è accaduto per il porno.

E poi la pornografia su Internet è parte integrante nella divulgazione delle lingue.  Prima come facevano i giovani a imparare termini importanti nel mondo del lavoro come MILF, Ass-2-Mouth , Gangbang, creampie, cumshot, facial così facilmente? E non ci si ferma solo all’inglese. Ci sono anche altre lingue più esotiche. Chi non ha mai detto “a questa insalata ci vuole un bukkake di aceto?” io personalmente l’ho fatto. Ad una comunione. Ed stato interessante vedere gli sguardi tra il confuso e “ok, devo far finta di non sapere affatto cosa significa”. Però poi l’insalata aveva tutto un altro sapore.

"prevenire tali fenomeni, impedendo che notizie, immagini od ogni altro dato suscettibile di colpire in modo « perverso » l’opinione pubblica sia facilmente accessibile e possa, pertanto, stimolare comportamenti contrari alla morale pubblica e pericolosi per la tutela personale e sessuale dell’individuo"."

Perchè impedire? Mettiamo che la legge passi e i vari siti di appuntamenti debbano chiudere perchè promuovono comportamenti contrari alla "morale pubblica" e contengono immagini pornografiche, che succederebbe se uno dei membri avesse tra i propri spermatozoi il ritorno di Gesù Cristo? Non potrebbe fare niente perchè rimarrebbe chiuso a casa sua da solo a guardare "L’Isola Dei Famosi". La ddl in pratica dice "vaffanculo tutti, io odio Gesù Cristo!"

Odi Gesù? Vota per salvaguardare il porno su internet.

Distinti Saluti,
James Woods.

Comments are closed.