Se non rimango io, entrambi esplodono

Quanto odio questi momenti di “dialogo necessario” ,”paese spaccato in due” e tutta questa lunga serie di frasi vuote usate per razionalizzare il fatto che nessuno ha le palle di prendere una ferma decisione. L’eutanasia non è una questione di essere contrari o meno, non si tratta di scegliere il gusto da mettere nel cono del proprio gelato. In un paese civile e quindi libertario ognuno fa come meglio crede. Sei credente e per te è immorale? Buon per te vegetale. Non ci credi o sei religioso e la pensi diversamente? Allora devi avere la possibilità di crepare come e quando meglio credi.

NON ME NE FREGA NIENTE CHI HA RAGIONE.

I vari “ma beh boh io penso che sia immorale togliere la vita / credo che morire in quelle condizioni sia giusto” sono un falso dilemma e una perdita di tempo. Non è un gran premio per scegliere chi è moralmente superiore all’altro, o pensi che la gente debba decidere per conto proprio O HAI TORTO.

Perchè quando si tratta di “immigrati” e omosessuali si parla di “oh noes, ci vogliono imporre la loro cultura e il loro modo di fare!!!!!1” ma quando si tratta della vostra obsoleta morale cattolica bisogna allinearci tutti al vostro pensiero? Siete stupidi perchè nei momenti difficili della vita invece di prendere decisioni razionali vi rivolgete a Dio e diventate più religiosi. In pratica voi siete Samuele e Dio è Anna Maria Franzoni.
“Ma la vita è un mistero!” Sapete cos’altro è un mistero? Il mio forno a microonde. Riscalda il cibo, ma rimane freddo all’esterno. E’ un mistero!

Preghiamo il mio forno a microonde.

Comments are closed.