Milano: Quindicenne Muore Dopo Essersi Vestito Da Pirata

MILANO — Una tragedia ha colpito Paderno Dugnano, una tranquilla cittadina nella provincia lavoratrice Milanese. Un giovane, appena quindicenne, stamattina è morto improvvisamente durante una lezione in classe. Le cause scatenanti sono ancora poco chiare, ma due compagni del ragazzo hanno dichiarato, interrogati dai carabinieri accorsi sul posto, di averlo visto vestito da pirata nei corridoi durante la ricreazione, qualche minuto prima che si sentisse male. «Questo è un duro colpo per chi sostiene criminosamente che vestirsi da pirata non faccia male» ha affermato il capogruppo dell’UDC al Senato, dopo aver misurato con un dito che il corpo del ragazzo fosse ancora caldo.

Gli inquirenti hanno trovato dei versi di un rapper locale trascritti sul diario di Ilario che promuovono questa cultura Satanica e immorale fatta di gin, droga e attacchi a vascelli nell’oceano atlantico. Versi che molto probabilmente sono responsabili di tutto questo: “come pappagalli / merda dall’alto / arrrrr” Non sappiamo molto di questo rapper, oltre al fatto che si nasconda sotto lo pseudonimo di “Barba Maestro”.

«Lo abbiamo sostenuto da sempre e lo faremo con ancor più vigore da oggi: non importa se usi un trucco leggero da Willy L’orbo o preferisci il rimmel intorno agli occhi pesante come il Capitano Sparrow: travestirsi da pirata fa male” si è aggiunta così al coro degli scandalizzati la dirigente lombarda di Forza Italia, poco dopo aver appreso la notizia.

Si poteva prevedere una tragedia simile? E’ quello che ci stiamo chiedendo tutti. Dalle testimonianze che abbiamo raccolto in queste ore la situazione nel Liceo era pesante da mesi. Gli studenti venivano trovati a vestirsi liberamente da pirata, spesso sotto l’occhio compiacente dei professori. Qualche bidello spaventato, sotto promessa di rimanere nell’anonimato, ci ha detto che non era raro sentire dei “AAAARRRRRR” provenire dai bagni della scuola.

«E’ evidente come la morte del ragazzo debba ricadere sopra il governo Prodi, che in tutti questi mesi di mal governo non ha fatto nulla per prevenire i travestimenti da pirata. Chiedo specialmente le dimissioni della ministra Turco che implicitamente ha ignorato tutti gli avvertimenti che tutto questo potesse accadere» Ha continuato un demagogo opportunista irrilevante qualsiasi che utilizzo per promuovere le mie teorie reazionarie scientificamente anacronistiche nel mio sensazionalistico articolo scritto male che verrà letto da migliaia di ottenebrati i quali lo citeranno durante la fila per acquistare il pane come se fosse un dossier di Nature di 30 pagine sugli effetti del riscaldamento della terra al ghiaccio polare.

I genitori rimangono increduli di fronte a quello che è accaduto. La madre ha dichiarato, poco prima di venire colta da un malore «Ilario era un bravissimo ragazzo, sano come un pesce. Giocava a calcio, faceva i compiti, usciva con le ragazze, era sempre allegro… Non era il tipo da vestirsi da pirata». L’allenatore che lo seguiva concorda con lei. «Conosco Ilario da anni, l’ho fatto giocare in una partita proprio quest’ultima domenica. Non credo a quello che sento. Non puoi giocare a calcio vestito da pirata.»

La situazione è complessa, e getta benzina su un dibattito che dura da anni, un dibattito che divide il mondo in chi la pensa come me e chi ha torto, ma questi sono i fatti incontrovertibili: Ilario aveva 15 anni. E stamattina la sua vita è stata spezzata. Dopo essersi vestito da pirata.

Comments are closed.