The New Douchebags

L’altro giorno stavo cercando di aggiornare un’amica sulla nuova brillante idea del Luminoso Sindaco Moratti, il transennamento delle Colonne di San Lorenzo dalle 19 alle 7. Vado su Google per avere più dettagli ed arrivo su questo post critico alla notizia. Poi guardo i commenti e leggo questo:

commenti

New Freaks? New Hedonist? New Discotequers? Il mio cervello ha rapidamente cambiato stato d’animo, passando da “oh noes i miei 23 anni si fanno ogni giorno sempre più pesanti e mi sto staccando dal mondo dei ggiovani” a “oh evviva i miei 23 anni mi tengono lontano da questa generazione di coglioni” a “viral.”

Perchè basta continuare brevemente a leggere , e seguire i link incollati frequentemente, per capire che non hai di fronte a te una semplice pubblicità invasiva occulta, no purtroppo è molto peggio.

Hai davanti l’opera di qualcuno che pensa di essere intelligente.

Ora non voglio ammorbarvi con tecnicismi intorno alla filosofia “viral” o “guerrilla”. Per quelli non del mestiere queste sono tecniche di pubblicità usate quando la tua azienda è diventata talmente irrilevante che l’unico modo di far parlare di se è imbrattando i muri di qualche centro urbano perchè il tipo più giovane del tuo reparto marketing ha 37 anni e pensa che siamo ancora nel 1996.

E infatti la tecnica usata in questo caso è esattamente questa. Ogni gruppo ( The New Discotequers®, The New Freaks®, The New Hedonists®, The New Cybers®, che per brevità chiamerò “The New Douchebags®”) ha il proprio blog personale dove, nel modo più patetico e finto e sfigato che si sia mai visto, fa la guerra all’altro a colpi di orribili adesivi e graffiti in giro per Milano. Sono talmente “new” che hanno anche le loro pagine su Flickr! INTERNET E’ NEW! SEI ABBASTANZA NEW? NON SONO SU FLICKR? *muoio dentro*

Ma se questo è un viral per quale azienda tutto questo è stato ideato? Quale azienda personifica l’arroganza, l’involontaria ilarità dimostrata nel non comprendere assolutamente cosa piace ad un “giovane” e l’assoluto senso di SFIGA® che traspira da questa campagna?
L’unico messaggio ripetuto in ognuno di questi 4 blog è “the new from the original®”, basta googlarlo e la risposta è semplice.

La Levi’s®.

“Levi’s® si fa ancora una volta promotore dei nuovi trend e dei nuovi stili musicali emergenti.

New from the Original: Levi’s® rielabora le tendenze e gli stili che riscoprono la musica degli anni più recenti e li fa vivere attraverso la musica, il linguaggio preferenziale dei giovani di oggi. Nasce “Levi’s® New Music From The Original”, il progetto in cui Levi’s® diventa partner dei principali festival che animeranno la prossima estate italiana.
I Levi’s® talents protagonisti delle performance live saranno: DEEPALSO, MAMMARELLA, MASS_PROD, RUFUS che rappresentano rispettivamente: The New Discotequers, The New Freaks, The New Hedonists, The New Cybers.”

Esatto, perchè quando voglio misurare il polso dei “trend e dei nuovi stili musicali emergenti” vado alle performance di un tizio che si chiama “MAMMARELLA” ed al festivalbar dei poveri di qualche fallito uscito da sanremo giovani che farà tappa in città di provinciali arricchiti tipo Treviso. E’ NEW, BITCHES!

Per fortuna comunque che questi New Douchebags® sono così gentili da segnalare su google maps la posizione esatta dei loro graffiti®. Non voglio certo suggerire a chiunque stia leggendo di recarsi in ognuno di questi punti, coprirli nel modo più volgare possibile seguendo la stessa reazione che suscitò una campagna simile Sony un paio di anni fa e scattare quindi una foto per mandarmela in modo che io la possa pubblicare per la gioia personale mia e di tutti.

No, non sto dicendo affatto di fare questo.

Non fatelo ragazzi perchè è illegale, non siete mica la Levi’s® che può comprarsi i muri e far sembrare la propria pubblicità “radicale” e “sovversiva”.

Ma tutto ciò può tornarvi utile. Ricordate, se vi state facendo un muro e sentite la polizia avvicinarsi, non scappate dalla paura di venire crivellati di colpi in testa , ma dite che state partecipando ad una pubblicità occulta di una multinazionale americana. Perchè allora è ok.

Anche se lo fai nelle zone transennate dal Luminoso Sindaco.

Comments are closed.