Jack Doucheniel’s

Ogni volta che vedo sti tipi in giro per locali o in posa su internet con queste bottiglie di Jack Daniel’s mostrate in modo prominente per affermare al mondo “si, trovo piacevole inghiottire whiskey prodotto dalla nota compagnia ‘Jack Daniel’s'” non posso fare a meno che pensare ai classici spot pubblicitari della storica azienda del Tennessee.
Quelli popolati da uomini del profondo sud degli Stati Uniti, con la faccia scavata da decenni di passione e duro lavoro solo per creare quella semplice e perfetta bottiglia che il narratore con la profonda voce baritonale ricorda essere un concentrato del Sogno Americano e dei sani e antichi valori di una volta che lo popolavano: la libertà che ti disegna i capelli sopra il viso mentre rincorri la Route 66, l’idea che dal nulla puoi diventare il ‘President of The U.S.A.’ e impiccare negri dopo averli linciati perchè hanno guardato una ragazza bianca nel modo sbagliato. Quelli.

E’ la mia opinione professionale che se avessero saputo che le loro bottiglie sarebbero finite in mano a gente del genere si sarebbero convertiti all’islam e avrebbero dato fuoco alle distillerie di Jack Daniel’s gettandosi dentro le fiamme con in braccio le loro figlie vergini.

Comments are closed.