Sono thinspirato

Non comprendo le polemiche suscitate dalla campagna di Toscani sull’anoressia.La gente che si lamenta non capisce nulla di come funzionano queste cose.

Se c’è un problema che coinvolge una rilevante parte della nostra società l’unico modo per risolverlo è utilizzando immagini iconografiche negative associate a tale problema. Non c’è bisogno di indagare sui motivi scatenanti di tali comportamenti o di proporre soluzioni che vadano oltre a superficiali conclusioni tipo “è colpa dell’immagine promossa dai media!!”. No. Basta proporre una foto abbastanza raccapricciante in modo da far reagire le persone non coinvolte con “hey, aspetta un minuto, quella foto è raccapricciante.” che inevitabilmente porterà alla concezione di profonde riflessioni tipo “la sofferenza è brutta.”, ma che non smuoverà minimamente l’obiettivo di tali campagne poichè coglieranno la cosa solo come una narcisistica celebrazione del proprio malessere ed il problema SI RISOLVE DA SOLO. E tutto questo è molto più efficace se lo fai assistito da fotografi che utilizzano questo modus operandi da 30 anni per vendere giacche colorate venete e avanzare la propria affermata carriera in “ripetere ovvietà nei talk show come ospite scomodo”.

Vi ricordate quando la gente si drogava, beveva troppo prima di guidare e fumava e allora ci hanno bombardato di campagne con tossicodipendenti morenti per strada col contorno fosforescente, carcasse di automobili sanguinanti e polmoni neri spappolati e ora nessuno si droga più, i pub sono vuoti la sera e la Marlboro ha dovuto diversificarsi in una compagnia di fotocopie ?

Sarà la stessa cosa.

Abbasso l’anoressia, yo!

Comments are closed.