Bugo non è ironico.

Il giorno dopo Natale – la maggior parte delle persone – preferisce rimanere a casa, circondata dalla propria famiglia a litigare su chi abbia speso di meno per il proprio regalo. Bugo, invece, scrive mail di 4500 caratteri – profondamente TL;DR1 e Binettiane – a chi esprime una opinione negativa su di lui. Perchè non è ironico.

Oggetto: Non sono ironico
Da: Bugo

caro bucknasty
sono venuto a conoscenza del tuo blog qualche giorno fa dopo aver seguito la vicenda di luttazzi. vorrei chiarire subito una cosa: questa è la prima mail che ti scrivo io personalmente, quindi mi scuso ma non so chi ti ha mandato questa mail http://www.7yearwinter.com/2007/09/prego/ , è vero che è la mia mail e che quindi tu potrai avere delle perplessità a riguardo ma credimi che non sono stato io a mandartela! vivo e lavoro con altre persone e qualcuno deve avere fatto uno scherzo stupido, mi scuso con te.
comunque, a parte questo chiarimento, vorrei discutere con te sul contenuto della recensione che hai scritto su di me2 qualche mese fa (esattamente il 1 giugno).

il tono è molto violento e dispregiativo. ti piace offendere paragonandomi ad un feto malformato e definendomi un mentecatto e ritardato. arrivi a dire che” non c’è uomo al mondo che io desideri più prendere a pugni in gola di bugo”, che ne hai avuto la possibilità ma che non lo hai fatto perchè eccetera eccetera. c’è molto odio in quello che scrivi e forse non a caso nella tua mail c’è la parola “hate” . cosa ti spinge ad odiare tanto? pensi che tanto odio possa servire qualcosa? è difficile per tutti vivere, per te come per me, e ci sono cose che non ci piacciono che ci irritano e che vorremmo migliorare ma sono convinto che con l odio non si possa far nulla. con questo non ti voglio convincere della bontà della mia persona e della mia musica perchè i gusti sono gusti, a te bugo farà sempre schifo e questo a me non interessa. tu conosci solo quello che gli altri dicono di me, tu non sopporti la rappresentazione che gli altri (o almeno, una parte degli altri) fanno di me, le riviste mtv i miei fan, ecco cosa non sopporti di me, quello che gli altri dicono di me. una parte dei miei fan sa solo sorridere della mia musica e non sa vederci altro ma io su questo non posso farci nulla, è una cosa di cui deve tener conto ogni musicista o artista. mi consola il fatto che ci sono persone che sanno vedere anche altri lati della mia musica, che va oltre a quello che scrivo, che va oltre l apparenza.

bucknasty, mi sembri una persona sveglia e scaltra che non dovrebbe farsi coinvolgere dalla superficialità delle cose. ho letto altri tuoi post, perchè continui ad attaccare in modo offensivo? eppure sei arguto , scrivi molto bene ( a differenza di me) perchè non sfrutti queste tue capacità per proporre un dialogo magari forte e aspro ma tuttavia rispettoso? e poi mi piace quando dici che ti piace essere circondato da persone diverse da te , è la stessa cosa che faccio io, non mi piacciono gli “yes man”, li trovo pericolosi, tendono ad ingigantire il tuo ego. e del mio ego non mi interessa nulla. mi interessano gli altri, mi interessi tu che tanto mi odi, mi interessi tu perchè vuoi capire come ci si sente ad avere torto ( così scrivi nel tuo myspace, o mi sbaglio), mi interessa tutto ciò che io penso che sia diverso da me.

è vero, non so dirti se il mio lavoro mi permette di mettere in tavola il pane dignitosamente. eppure mi piace e ci metto l impegno necessario per andare avanti, anche se con fatica. ma questo accadrà anche a te. io non so che lavoro fai, quanti anni hai,come realmente ti chiami ( spero di non averti offeso dandoti del tu) e certo non sei tenuto a dirlo a me, ma guarda che la dignità appartiene a tutti , a te , a me, al barbone sul marciapiede e a fabio volo. abbiamo solo diversi modi di vivere la vita . non se tu che scrivi che ti piace essere circondato da persone con cui hai poco in comune?
ho finito. non è necessario che tu mi risponda però se ti va fallo in privato.

Cristian Bugatti

Non è bellissimo e commovente? Provate a ricevere voi 4500 caratteri di mail passivo-aggressiva-slash-volemmosebbene così il giorno dopo Natale. “perchè non sfrutti queste tue capacità per proporre un dialogo magari forte e aspro ma tuttavia rispettoso” cioè, mi ha toccato dentro e mi ha costretto a rispondere seriamente stringendo un rosario.

Da: Bucknasty

Non considero quello che scrivo violento, e neanche i miei lettori abituali, però capisco che si possa fraintendere il tono leggendo ciò che scrivo. Non è odio, è ironia. Dici che sei arrivato seguendo Luttazzi, scriveresti per caso a Luttazzi “Daniele, perchè odi Giuliano Ferrara, Berlusconi, Dell’Utri etc. ?” Lui non li odia, usa parti “volgari” per sottolineare cose che non trova giuste secondo la sua sensibilità, cosa che cerco di fare anche io.

Sono totalmente contrario alla parte in cui dici

“guarda che la dignità appartiene a tutti , a te , a me, al barbone sul marciapiede e a fabio volo. abbiamo solo diversi modi di vivere la vita”

Uno dei maggiori problemi in questo paese è l’indottrinamento che subiamo fin da bambini che ci sconsiglia di esprimere pensieri di disapprovazione su cose che riteniamo poco piacevoli. Ci dicono che è meglio non dire niente, piuttosto che dire una cosa negativa. Tutto questo porta apatia, e da solo la possibilità alla mediocrità di venire in superficie. Quand’è l’ultima volta che hai sentito una critica negativa su un libro, film o disco in tv, o su un quotidiano di importanza nazionale? Una feroce, che decostruisce qualcosa di orribile non lasciando respiro e spazio per una risposta? Esatto, mai.

Quello che tu proponi è il fascismo delle buone maniere e dei sorrisi finti. E a me non piace il fascismo.

Pensavo che la cosa potesse risolversi qui, evitando per una volta il maniòmio per ritornare a consumare abbondanti pasti in nome della povertà di cristo. Mi sbagliavo.

Da: Bugo

caro bucknasty
io non voglio proporti nulla. dico solo che non è servono a nulla le tue satire proprio perchè non vogliono lasciare spazio alla risposta. per te il confronto , il dialogo, lo scambio è “fascismo delle buone maniere”. la satira si espone ( come fa luttazzi), tu ti nascondi dietro un nickname e scrivi per i tuoi lettori abituali. non vuoi apertura, non vuoi veramente circondarti da persone diverse da te.

io lo faccio e questo mi fa star meglio (non è un caso che io scriva proprio a te),non creo un distacco tra le persone che , ribadisco, per me hanno tutte una dignità. se poi c’è qualcosa da criticare, va bene la critica e la satira ma tutto deve nascere con uno scopo benevolo , evitando di essere vittima del male che ci circonda (ed è molto difficile), tutti abbiamo sentimenti negativi ma dobbiamo combatterli.
comunque grazie per aver risposto.

cristian bugatti

P.S. sai quante critiche feroci e negative hanno scritto su di me? pensi di essere l unico?

No, ecco l’errore: mai rispondere seriamente a chi dice che Fabio Volo ha una dignità3. Perchè la pagherai in mancata digestione per il resto della conversazione.

Da: Bucknasty

Io mi espongo direttamente alle critiche: si chiamano commenti ed email. Non credo che durante gli spettacoli di Luttazzi la gente si alzi e gli dica “hey, aspetta un minuto…”. Come non succede ai tuoi concerti.

Poi insisti con questa visione ciellina dei rapporti umani, non so come dirtelo: siediti e mangia tutti i cavolfiori che ti devo dire una cosa importante. Quando sarai grande, nel mondo reale, incontrerai gli stronzi e le teste di cazzo. Non ascoltarli. Ignorali. Vai invece da chi ti può dare conforto ed amore. Non seguendo questi consigli – verso i 30anni – ti potresti trovare a fare insipidi dischi con testi nonsense curiosamente lodati da stronzi e teste di cazzo.

Seriamente, le uniche persone che ho incontrato con la tua stessa ingenua e pedante visione del mondo erano eroinomani o avevano 4 anni.

Spero che non ti piacciano i Teletubbies.

A chi non piacciono quei frugoletti colorati di buone intenzioni ed LSD?

Da: Bugo

tu non sai quante battaglie ho dovuto afrontare e devo affrontare per
guadagnarmi da vivere, quindi non fare l uomo di mondo con me, quanti anni hai per parlare così? come ti guadagni da vivere per poter venire a raccontare a me la realtà? sembro ingenuo perchè non smetto di sognare e questo fa arrabbiare quelli come te che si nascondono. perchè non metti una tua foto sul tuo bolg e dici a tutti quanti anni hai come ti chiami che lavoro fai?così vuol dire esporsi, vuol dire mettere la faccia, confrontarsi, stare nel mondo.

cristian bugatti

Oh, finalmente arriviamo al fatidico “Facile dietro ad uno schermo” che ci fa sentire tutti più rapper. Però sono sinceramente emozionato che voglia vedere la mia foto e conoscere i miei gusti.

Da: Bucknasty

Che lavoro faccio? Beh mi interesso di molte cose. Cinema, teatro, fotografia, musica, leggo… Ma nulla di preciso. Come campo? Ma… Te l’ho detto giro, vedo gente, mi muovo, conosco, faccio delle cose.
Vivo con mio fratello e non pago l’affitto. Se devo comprarmi tipo I vestiti c’ho un amico che per esempio va a Londra. Gli dico di portarmi delle cose. Degli abiti.4

Per quanto riguarda la foto: ho chiesto all’Avv. Mutombo – che segue I miei interessi – di controllare il contratto di Fastweb – nelle parti piccole – se dice che devi mostrare la tua foto nel blog per soddisfare gli standard di confrontazione e stare al mondo dei “Beck italiani”. Mentre cerca mi ha detto però che prima la foto devi mandarla tu e di specificare anche qual è il tuo film preferito, e se baci al primo appuntamento.

con affetto,
Bucknasty

Direi che per concludere questa interessantissima discussione sia necessario uno sbrigativo giudizio passivo-aggressivo.

Da: Bugo

caro bucknasty
ammetto che ti ho mandato una mail un po dura però cerca di capire:
non per tutti è facile vivere con il proprio lavoro.
il tuo modo di scrivere è irritante (e divertente al tempo stesso)
però tendi a esagerare.

cristian bugatti

Oh, finalmente. Abbiamo raggiunto l’armistizio di P.zz.le Corvetto. Sono irritante (e qualcosa di positivo perchè qualcuno non ha la capacità fisica di esprimere una opinione negativa senza poi ritirarla 20 secondi dopo, corroso dai rimorsi). Però tendo ad esagerare.

Voltando pagina, nei mesi invernali spesso nevica. Buon anno.

  1. Too Long; Didn’t Read, conosciuto anche come “Troppo Lungo, Cazzo Scrivi Non Ho Voglia Riassumi Per Favore O Impara Ad Esprimerti Come Una Persona Normale” []
  2. credo intenda questa []
  3. curiosamente, sembra sia il titolo di un singolo di Bugo che di una esilarante ed ironicissima trasmissione di MTV di Fabio Volo. Non è una coincidenza []
  4. http://www.youtube.com/watch?v=FTtLPs0De6c []

Comments are closed.