La tua ragazza ha dei cd di merda

italiaGuarda cos’hai alla tua destra. È la tua ragazza. L’hai inseguita, hai lottato per lei e ora puoi chiamarla “la mia ragazza.” E lei, per ragioni che non ti sai ancora spiegare, non ti odia. E non solo questo, desidera passare del tempo con te più di quanto tu stesso vorresti farlo. E’ per questo che quando la guardi negli occhi tu le vuoi forse-bene.

Ma lei si merita veramente la tua fiducia? Sei sicuro di questo? Chiedi a tutti i suoi amici. Parla coi suoi genitori. Scava pure dentro il suo cuore e rimarrai stupefatto da quello che troverai: dei cd di merda.

Magari ti puoi domandare cosa stia combinando un sabato sera d’agosto a Riccione, mentre tu sei costretto dal tuo contratto di precario a punzonare lastre in una acciaieria, ma ti sei mai chiesto — e te lo domando come un assistente sociale domanda ad una bambina di indicarle su una bambola dove è stata toccata — dov’eri quando la tua ragazza ha comprato “Jagged Little Pill” di Alanis Morrisette?

Avevi dei sogni probabilmente. Quello di non lavorare in un acciaieria ad agosto, magari. E, soprattutto, non avere come ragazza una fan di Alanis Morrisette.

E tu pensavi di conoscerla così bene. Che ti raccontasse tutto. Ma cos’altro ti nasconde la tua ragazza?

Ti sei mai chiesto se alla tua ragazza piaccia ancora Alanis Morrisette? Se mentre la prendi per mano, e le dichiari il tuo amore, lei abbia ancora nella mente il ritornello “ISN’T IT IRONIC”? Lo sa, la tua ragazza, che tutti gli esempi di cose ironiche che Alanis Morrisette canta nel pezzo non lo sono affatto?

Si chiamano coincidenze, diglielo.

Sì, coincidenze. No, è lei che non capisce. Spiegaglielo bene, in modo che possa raccontarlo ai suoi figli e a chiunque entrerà in contatto con lei senza possibilità di confusione.

E la tua ragazza ti aveva pure confessato di quella volta che era stata con  il tuo migliore amico. E tu sei corso a menarlo. E hai urlato e pestato la carne finché le lacrime non ti hanno impedito di vedere la sua faccia.

Lo conoscevi dalla terza elementare.

Ma tu hai perdonato la tua ragazza. Finchè non hai rovistato nei suoi cassetti e, sotto la foto del tuo ex amico sporca di rossetto, non hai trovato “The Fat of The Land”. Perchè, dopo tutto quello che è successo,  la tua ragazza non ti ha detto che ascoltava  i Prodigy? I Prodigy! Come ha fatto a passare dalle menose ballate passive-aggressive-pseudo-femministe a dei tamarri inglesi in meno di 2 anni? Zoccola!

Non le importa niente del vostro legame? Vuole solo una intensa e breve relazione che produrrà forse 1 o 2 momenti che ricorderai negli anni futuri con rammarico per quello che sarebbe potuto essere, ma che, col senno di poi, troverai largamente sopravvalutata come il cd dei Verve che hai rinvenuto sotto la copia consunta del suo ex-“romanzo preferito di sempre” di Irvine Welsh?

Ammettilo: sei solo tu che stai lottando per tenere in piedi la vostra coppia. Tu ti fai sempre 600km in treno per raggiungerla. E sempre tu hai fatto finta che non le sia mai piaciuta la drum’n’bass. Perchè, anche se la coerenza musicale della tua ragazza è paragonabile alla confusione mentale che provano ogni momento della loro vita gli spettatori abituali di Voyager, tu le vuoi bene lo stesso.

E lei?

Credi che la tua ragazza abbia mai pensato a tutto questo durante il suo “periodo punk”? La tua ragazza dice di “identificarsi” coi testi dei “CCCP”. Di avere molto “in comune” con Giovanni Lindo Ferretti. Non ti fa senso? Significa che ogni volta che fai l’amore con lei è come se scopassi un mistico ortodosso pelato che ha visto la Luce Del Signore, l’ultima ideologia autoritaria du jour ad occupare il suo variegato dungeon feticista dicotomico, e che se ti venisse un ictus durante la missionaria farebbe tutto il possibile per incatenarti ad un letto con le carezze della sua mano gelida e sterile a scandire il tempo della tua esistenza.

Dio santo, che cazzo faceva la tua ragazza negli anni ‘90?

Chiedilo, alla tua ragazza.

Comments are closed.