Miglioriamo la nostra vita grazie al calcio

Ho sempre ignorato il calcio, probabilmente per dei miei problemi personali. Non sono mai riuscito, infatti, a considerare uno sport degno di essere visto se Arvydas Sabonis non lo avesse praticato giocando per l’Unione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche e usato per sconfiggere gli USA alle Olimpiadi.

Ma gli avvenimenti di quest’ultima settimana mi hanno fatto capire quanto tutto questo fosse un sciocco errore di gioventù. Perché il calcio serve a migliorare la vita di tutti, non solo l’autostima di gente che vive in città di merda.

Nell’ultima giornata di Campionato un giocatore bello e abbronzato come Barack Obama, Mario Balotelli dell’Inter, ha ricevuto cori come “negro di merda”, ululati da scimmia e fischi da parte della tifoseria della Jewentus ad ogni possesso di palla. Dopo la fine della partita la squadra è stata squalificata, e il loro prossimo incontro dovrà essere disputato a porte chiuse. La cosa, ovviamente, non è andata giù alla dirigenza e alla tifoseria della squadra a cui avrebbero dovuto impedire la riorganizzazione ed il supporto —  dopo lo scandalo di 2 anni fa — tramite un articolo della costituzione come per il Partito Fascista.1 Feroci dibattiti hanno occupato l’intera settimana, in cui “opinionisti” televisivi che non avevano mai visto un negro discutevano della faccenda con calciatori che non avevano mai incontrato un congiuntivo. O forse era il contrario? Sorprendentemente non si è capito un cazzo.

Quello che invece è risultato chiaro è che per il mondo del calcio l’episodio in realtà è stato solo una montatura. Una grande esagerazione.

“Non credo che i tifosi juventini siano razzisti, hanno avuto tanti giocatori di colore che sono diventati loro idoli” ha commentato un idiota qualsiasi con un Q.I. inferiore al numero stampato tra i suoi tacchetti che gioca per una squadra di una città da ultima domanda in un quiz milionario. “I cori? Non razzisti” ha ribadito il Presidente della società in cui è non-presidente Berlusconi.  “Balotelli? Cori non razzisti, se lo fossero stati, Muntari e Vieirà avrebbe ricevuto gli stessi insulti.” Ha infine chiosato l’allenatore della Nazionale, protagonista proprio in questo momento di una Pubblicità Progresso in televisione.

Per riassumere la cosa: Balotelli che è negro, e pure italiano, deve stare zitto se gli fanno il verso della scimmia e lo insultano per il colore della pelle, perchè i tifosi della Juventus — e questo è perfettamente dimostrabile, Lapo Elkhan ha appena preso i documenti riesumando il corpo di Gianni Agnelli — NON LO HANNO FATTO A TUTTI GLI ALTRI NEGRI DEL MONDO!

Non è fantastico tutto ciò? A quante persone può semplificare la vita questa cosa?

Diciamo che sei sposato, ma il matrimonio non va più bene come una volta. Tua moglie vuole uscire da sola la sera, tu invece preferisci pestarla finché non riesce più a muoversi e non cambia idea. Qualche notte, quando torni a casa, la prendi per i capelli e le sbatti la testa contro il tavolo finché sviene e fai quello che non è più disposta a fare. E poi il giorno dopo si sveglia e lo rifai per i prossimi 25 anni. Ma non sei un seviziatore e stupratore, perché non hai abusato e stuprato di tutte le altre mogli del tuo quartiere!

PO PO-PO-PO-PO-PO PO -PO-PO-PO-POOOOOOOOOOOOOOO

Mettiamo che sei appena penetrato alle 4:05 in una villetta poco fuori Como, ok? Hai avvelenato i cani dandogli della carne infetta, così non possono abbaiare, ok? Hai provato ad aprire la cassaforte, ma la stronza non vuole saperne di aprirsi. Allora sali il piano superiore. Svegli il padrone di casa, colpisci sua moglie sulla fronte col calcio della pistola perché non riesce a capire di stare zitta e minacci di uccidere le sue due figlie se non ti dà immediatamente la combinazione, mi segui? Quindi prendi i soldi e i gioielli, però mentre sistemi la refurtiva ti cade la maschera e tutti ti vedono in faccia. Ora sei costretto a legare padre, madre e le due figlie di 8 e 10 anni insieme e a dare loro fuoco perchè con le pallottole è più facile risalire al colpevole. Ma — ma! — non sei un ladro ed un assassino, perchè non hai rapinato e sterminato col fuoco tutte le famiglie di tutte le villette di Como!2

E se qualcuno magari tenta di biasimarti per quello che hai fatto puoi  fare come la tifoseria della Juventus che ha rilasciato questo comunicato, condiviso sicuramente da tutti gli altri “ultras”.

“il razzismo non c’entra e si è trattato solo di un modo, magari discutibile, di deconcentrare l’avversario. Teniamo a ricordare che tra le nostre fila milita un certo Sissoko, campione d’ebano che teniamo nel cuore e che siamo orgogliosi indossi la nostra maglia. Per questo non ci sentiamo di chiedere scusa.”

Puoi quindi  dire che che fra i tuoi migliori amici c’è uno che possiede una villetta a Como. Quindi è OK dare fuoco ai bambini. O stuprare tua moglie.

È vero, lo hanno detto i Campioni del Mondo di calcio.

  1. E dopo che dei bambini che hanno perso i genitori durante la guerra avessero cosparso l’ex sede societaria con del sale grosso in modo che nulla potesse più crescere []
  2. Forse avrei dovuto usare un esempio negativo per rendere meglio l’idea []

Comments are closed.