Io e Letizia

Dopo il risultato di Pisapia al primo turno nelle elezioni per il Sindaco di Milano qualcuno mi ha inoltrato una mail notificandomi l’esistenza di un gruppo fantastico: “Salviamo Milano, votiamo Letizia Moratti il 29 e 30 Maggio“. Al suo interno postava gente meravigliosa, preoccupata di tutto ciò che di orribile sarebbe potuto accadere alla nostra città. Tipo gli orti che molestano Enrica durante la notte.

Purtroppo dopo un solo intervento sono stato rimosso dal gruppo, però anche io volevo partecipare alla campagna per salvare Milano dai gerani e i negri. Quindi ho subito creato la pagina “Salviamo Milano, votiamo Letizia Moratti l’1 e 2 Giugno“.  Questo, però, sembra aver causato degli attriti con l’Italia che vuole bene.

{continua a leggere il post}

Dopo solo poche ore, arriva il primo elettore del PDL. Presto capisco che se il partito ha perso il polso del paese, di certo non si è scordato la mail della Polizia Postale.

Non ci sono solo i semplici, uno dei candidati al consiglio comunale di Milano si presenta nel gruppo.

Durante questa campagna elettorale c’è stata anche una grande rivelazione, finalmente abbiamo capito chi cazzo compra i libri di Fabio Volo all’autogrill.

Purtroppo, nel PDL,  il sottoproletariato dei social network non viene tenuto in considerazione — come giustamente ha sottolineato l’altro giorno l’On. Stracquadanio.

Presto facciamo la conoscenza degli abitanti di una delle zone più caratteristiche di Milano, Faenza.

Luogo dove i giorni hanno smesso di avere senso.

Dove ti rubano la mountain bike da 20.000 €.

Che poi viene venduta a un prezzo più onesto.

Fortuna che anche qualcun altro nel gruppo aveva subito un furto così importante.

È così, non esistono, l’ho googlato su Bing.

Ma ancora una volta si ritorna all’orribile minaccia della internet-polizia. Aprire pagine sconvenienti su Facebook può costarti 3-5 ciccioanni di internet-prigione. In questo caso, il problema viene posto da un figuro che verrà poi identificato attraverso il profilo come Scout e fan dei Gem Boy.

La situazione a un certo punto è diventata così dura che è stato necessario l’intervento dell’Avv.

Alla faccia del ciccioscout, noi siamo andati veramente all’idroscalo l’indomani.

Tutti in Moisè Loria al brunch del Gianfilippo.

Ma c’è una speranza; che, per una volta, l’internet-polizia esista davvero e non si occupi solo di pedofili, truffatori e mafiosi — ma anche di cose importanti — come risolvere i litigi su Facebook. Potrebbe essere il momento della verità. O forse qualcuno che la notte ha disattivato di proposito l’accesso alla pagina.

Forse esistono. Infatti, passa la notte, e il giorno successivo abbiamo tutti un cattivo risveglio.

MA ALLORA TUTTI QUESTI ANNI DI FASCISMO, CHE SENSO HANNO AVUTO — COSA HO FATTO, MADRE?

SE TOGLIAMO I BALBUZIENTI, I MILANESI CHE TIFANO JUVE, LE DONNE CHE NON SI DEPILANO, I TASSISTI CHE FANNO IL GIRO LARGO, I BLOGGER CHE PUZZANO, LE TROIE COL BLACKBERRY, I FROCI CON LA TESTA RASATA AI LATI E I MURATORI BERGAMASCHI ALLA FINE SCOPRIAMO CHE PISAPIA LO HA VOTATO SOLO PISAPIA. RICONTEGGIO!

Pensiamo a loro, oggi che si insedia ufficialmente Pisapia. Ci vediamo comunque a settembre per scoprire chi ha vinto al triplo-ballottaggio.

 

Comments are closed.