Guerra e Pece

Da quando è scoppiato il cablegate sul web i giornalisti italiani si domandano se sia etico procurarsi documenti segreti e rilasciarli pubblicamente come ha fatto Wikileaks. La risposta mi sembra sia già venuta dagli organi di informazione che hanno lavorato in anteprima sui dossier di Wikileaks: NY Times, Guardian, Le Monde, El Pais, Der Spiegel. […]

Adropausa

A quanto pare il sindaco di Adro non molla. Adro, torna il caso del Sole delle Alpi la Lega lo vuole nello stemma comunale Il consiglio ha approvato una mozione della maggioranza per modificare il gonfalone Il sindaco Lancini al centro delle polemiche per i simbolia scuola: “Ripariamo un torto” Ormai è chiaro cosa bisogna […]

Death is the road to Awe

La tragedia che ha colpito Avetrana ha sconvolto la vita di molte persone negli ultimi giorni. Non solo la famiglia della ragazza, tutto il nostro paese ha partecipato al dolore. Tutti si sono sentiti coinvolti in qualche modo.  Forse per via della ferocia ed eccezionalità di un crimine del genere, perpretrato da un membro stesso […]

La prova che bisogna drogarsi per leggere Dylan Dog

Tutti, prima o poi, andando in edicola ci siamo chiesti: “Ma chi cazzo legge Dylan Dog?” Nessuno conosce persone che seriamente comprano il fumetto. O meglio, le conosciamo — ma si drogano. Ma come provarlo? Finalmente ho recuperato La Prova. Qualche settimana fa — in un luogo dimenticato da Dio, ma ben posizionato per essere […]

Una precisa ricostruzione dei fatti

Il noto diggei dei giovani carlopastore ha subito giovedì scorso un vile attentato da parte di “fasci”1 armati di pericolosi mocassini perspiranti; purtroppo non siamo in possesso della versione dei ragazzi con i piedi maleodoranti ma, tramite il potente computer “Pentium 4” della Polizia Postale, siamo riusciti a ricostruire una realistica versione di come si […]

La caduta

Dentro il quartier generale dei Circoli della Libertà si cerca di risolvere i problemi sorti negli ultimi mesi.

Ora mostrami dove MTV ti ha toccato.

Dall’ultimo post-intervista con un precario di MTV c’è stata una forte escalation nello scontro fra la “tv dei ggiovani” e i suoi giovani dipendenti. A quanto pare le prime proteste iniziate su Facebook, e arrivate ai media tradizionali, non sono piaciute alla dirigenza che ha deciso di tagliare altre 70 persone oltre le 30 inizialmente […]